Esplora contenuti correlati

Concessione stradale per reti di telecomunicazione

La concessione rende possibile realizzare ed installare reti di telecomunicazioni. Le società e gli enti interessati devono richiedere alla Provincia la concessione per la realizzazione delle opere e sottoscrivere una convenzione generale.
La Provincia, per soggetti convenzionati, rilascia l’atto di concessione e autorizzazione per l’esecuzione dei lavori; ove necessario emette l’ordinanza.
Per soggetti non convenzionati, predispone il disciplinare di concessione per occupazione stradale, che dovrà essere sottoscritto dagli utenti interessati; rilascia l’atto di concessione e autorizzazione per l’esecuzione dei lavori; ove necessario emette l’ordinanza.

Chi può richiedere la concessione

Persone giuridiche (per esempio, società, enti).

A chi mi posso rivolgere

Provincia di Monza e della Brianza - Settore Ambiente e Patrimonio - Ufficio Concessioni
Via Grigna, 13 - 20900 Monza
Tel.: 039.975.2404
Fax: 039.946.2150
e-mail: concessionistradali@provincia.mb.it

L’Ufficio Concessioni del Settore Gestione Sviluppo Viabilità è disponibile:

  • dal lunedì al venerdì dalle 9,30 alle 12,00, per assistenza e consulenza amministrativa;
  • previo appuntamento telefonico ai numeri 039.975.2404-2328, per chiarimenti di natura tecnica.

Quali documenti

La documentazione da allegare alla domanda è indicata all’interno della modulistica.
La domanda per il rilascio della concessione stradale per reti di telecomunicazioni, completa di marca da bollo ad uso amministrativo in vigore, e la relativa documentazione possono essere:

  • inoltrate a mezzo posta;
  • presentate direttamente agli uffici provinciali competenti nelle sedi e negli orari indicati

La documentazione progettuale in formato pdf è da depositare su supporto magnetico, con CD.

Il rilascio della concessione è subordinato – se dovuto – al pagamento del canone di occupazione di area pubblica come da regolamento COSAP (Canone per l’Occupazione di Spazi ed Aree Pubbliche) provinciale. L’importo e le modalità di pagamento verranno comunicati in corso di istruttoria della pratica.

Moduli

Icona documento 'Formato PDF'Richiesta concessione stradale per realizzazione ed installazione di reti di telecomunicazioni (formato PDF - 73 KB)

Costi 

  • Marca da bollo ad uso amministrativo in vigore da apporre sulla domanda; 
  • Marca da bollo da Euro 0,52 da apporre su ciascun allegato tecnico;
  • Marca da bollo ad uso amministrativo in vigore da apporre sul disciplinare di concessione - in caso di sottoscrizione;
  • Marca da bollo ad uso amministrativo in vigore per il rilascio dell’autorizzazione;
  • Canone di occupazione area pubblica, come da regolamento COSAP provinciale - se dovuto.

Servizio di qualità

Standard specifici
Tempo di risposta: Nel rispetto dei termini di legge - DPR 495/92, art. 67 c. 4 - la concessione è rilasciata entro 60 giorni dal ricevimento della domanda completa della documentazione necessaria (in base alla complessità del progetto).
 
Standard generali
-  continuità del servizio: disponibile tutto l’anno negli orari indicati;
-  informazione, assistenza e consulenza;
-  disponibilità e cortesia del personale dell’ufficio;
-  chiarezza e comprensibilità delle informazioni fornite. 

Sono soddisfatto?

La Provincia rileva la vostra soddisfazione con riferimento agli standard di qualità del servizio.
I risultati ed i suggerimenti forniti servono per migliorare gli standard delle prestazioni.
 
Potete segnalare il vostro grado di soddisfazione e contribuire al miglioramento degli standard qualitativi del servizio comunicando suggerimenti a questo indirizzo e-mail: concessionistradali@provincia.mb.it

Normativa di riferimento

  • D. Lgs. 30 aprile 1992 n. 285 “Nuovo Codice della Strada”;
  • D.P.R. 16 dicembre 1992 n. 495 “Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada”;
  • Regolamento della Provincia di Monza e Brianza inerente l’applicazione del Canone per l’Occupazione di Spazi ed Aree Pubbliche e Canone Concessioni per Accessi Stradali.
  • D. Lgs. 1 agosto 2003 n. 259 “Codice delle comunicazioni elettroniche”.