» Vai al contenuto
» Vai alla navigazione
» Navigazione interna
» Cerca nel sito

» Area Banner


Monza e Brianza

Torna alla home page

Accessibilità

 

 


Lavori in corso

Info:
Sede di Monza
Via Grigna, 13 20090
Tel.: 039.975.2215
» Scrivi una mail


SP6 Monza Carate - secondo lotto (tangenzialina Ospedale di Monza)

 

Novembre 2017: Nota tecnico - legale di aggiornamento su cantiere


Monza, 30 novembre 2017.Il cantiere per il completamento della tangenzialina dell’Ospedale sulla SP6 Monza-Carate, nel tratto compreso tra la rotatoria della Birona e via Nobel, ha subito diversi stop and go nel corso degli anni, anche a causa del fallimento dell’impresa vincitrice dell’appalto, sostituita poi dall’attuale impresa.
Dopo una partenza rallentata i lavori sono ripresi nel luglio 2015 e proseguiti a passo spedito per arrivare al completamento delle lavorazioni più complesse e più impegnative, dal punto di vista strutturale, con un quadro economico positivo grazie al ribasso d’asta che ha comportato - caso piuttosto raro – un minor costo rispetto all’impegno economico iniziale. Il quadro economico aggiornato lo scorso aprile era pari a 12.124.000 euro, con un risparmio netto per la Provincia di 2,2 milioni di euro rispetto allo stanziamento originario.
Il traguardo sembrava vicino - il cantiere infatti secondo le attuali previsioni contrattuali, avrebbe dovuto chiudere entro fine gennaio 2018 - ma dall’Impresa è arrivato un nuovo e imprevisto stop: presso il cantiere è stata sospesa ogni attività senza alcuna autorizzazione né da parte della Direzione Lavori né tanto meno della Provincia.
L’Amministrazione Provinciale, costantemente aggiornata dalla Direzione Lavori, ha cercato, senza esito, di contattare l’impresa per capire le motivazioni di questo imprevisto abbandono di cantiere e arresto dei lavori. Ciò al fine di poter analizzare, congiuntamente, anche con particolare riferimento alle posizioni dei subappaltatori, soluzioni adottabili per arrivare al completamento dei lavori.
Le difficoltà dell’Impresa si sono palesate con riferimento a sue situazioni debitorie. La Provincia, è stata obbligata ad adempiere alle esposizioni debitorie dell’Impresa stessa, nonostante  esse non  riguardassero il presente appalto.
Il Presidente della Provincia MB ha fissato un incontro con i vertici dell’impresa che però non si sono presentati alimentando così le preoccupazioni sul futuro del cantiere in cui sono stati già eseguiti circa l’80% dei lavori.
I tecnici e l’Avvocatura della Provincia stanno valutando tutte le ipotesi consentite dalla legge, per terminare i lavori restanti.
Le priorità riguardano la conclusione delle opere, soprattutto in prossimità delle abitazioni, per non creare ulteriori disagi ai cittadini che stanno convivendo da un paio di anni con il cantiere.
 

 


Archivio