» Vai al contenuto
» Vai alla navigazione
» Navigazione interna
» Cerca nel sito

» Area Banner


Monza e Brianza

Torna alla home page
Sei in: Home < Scopri il Territorio MB < Biassono

Accessibilità

 

 


Biassono


biassono_def

Info
--------------------------------
via San Martino 9
20853
Tel.: 039.220101
» Scrivi una mail

» PEC


Sindaco: Casiraghi Luciano
» Scrivi una mail

 

» Vai al sito di Biassono 


Dati
Nome abitanti:Biassonesi
Superficie: 5 kmq
Popolazione (al 31.12.2006): 11469


Elezioni
Data ultima elezione:Giugno 2016
Collegio Senato (prima della Legge 270/2005): n. 14
Collegio Camera dei Deputati (prima della Legge 270/2005): n. 26
Collegio Provinciale : n. 6 Biassono


 

Storia del Comune
Subito a nord di Monza - prima località di rilievo lungo la valle del Lambro - il nome dell'antica Blasonium potrebbe derivare da Blassius, nome di una famiglia della romana gens Cornelia. Risalendo ancora indietro nel tempo, il territorio ha restituito reperti di una necropoli dell'età del Bronzo, oggetti celtici e testimonianze d'epoca romana, oggi in parte visibili all'interno del museo civico Carlo Verri. Nel IX secolo fu nativo del luogo il grande vescovo di Milano Ansperto. Nel XVI secolo la famiglia milanese dei Verri acquisì grandi possedimenti terrieri e in seguito vi stabilì la propria dimora di campagna. Alla loro dinastia (di cui si ricordano i tre fratelli Pietro, Alessandro e Carlo, noti esponenti dell'Illuminismo lombardo) si deve la realizzazione dell'odierna sede del Municipio, la Villa Verri, edificio in stile barocchetto sorto durante la prima metà del Settecento.



 

Storia dello stemma
L'attuale stemma del Comune di Biassono deriva, in gran parte, da quello della famiglia dei marchesi Crevenna, che, dal 1676 (cioè dallo smembramento del territorio di Biassono dall'antico e più vasto feudo di Desio) fino alla abolizione della feudalità, sono stati i feudatari di questa terra. Lo stemma dei marchesi Crevenna, così come risulta miniato a pagina 102 dello Stemmario Trivulziano, è infatti del tutto identico alla parte centrale dell'attuale stemma del Comune di Biassono. La blasonatura dello stemma dell'antica famiglia lombarda dei de Crevena, come risulta miniato nel Trivulziano, è la seguente: D'argento, al castello di rosso, merlato alla guelfa, aperto e finestrato del campo, attraversante una pianta di fava fogliata di verde, sradicata al naturale, fruttifera di sedici baccelli, otto per lato, di nero. Lo stemma del Comune di Biassono, quindi, si differenzia da quello di questa antica famiglia soltanto per due elementi: la presenza della partizione araldica dell'incappato e l'inserimento della lettera "B" maiuscola, smaltata di rosso.