» Vai al contenuto
» Vai alla navigazione
» Navigazione interna
» Cerca nel sito

» Area Banner


Monza e Brianza

Torna alla home page
Sei in: Home < Scopri il Territorio MB < Caponago

Accessibilità

 

 


Caponago

caponago_def

Info
--------------------------------
Via Roma 40
20867
Tel.: 02.9596981 
» Scrivi una mail

» PEC

 

Sindaco: Monica Buzzini
» Scrivi una mail

 

» Vai al sito di Caponago


Popolazione e territorio
La superficie del comune è di 5 kmq per una popolazione di 5112 abitanti (al 31.12.2007). Di questi 839 sono bambini (dati 2007) con meno di 14 anni, mentre 132 sono anziani (dati 2007) al di sopra di 80 anni. Il saldo migratorio, cioè la differenza tra immigrati ed emigrati nel corso dell'anno (iscritti e cancellati all'anagrafe da e per l'estero) è di 16 unità (dati 2007).

Nome degli abitanti: Caponaghesi

 

Data ultima elezione: 25 maggio 2014
Collegio Senato (prima della Legge 270/2005):n.15
Collegio Camera dei Deputati (prima della Legge 270/2005):n.27
Collegio Provinciale :n.32
(Gorgonzola, Seregno II) 

 

Storia del comune
Di antica origine, borgo agricolo durante il Medioevo, ha avuto un notevole sviluppo a partire dall'Ottocento grazie alla presenza sul territorio di piccole e medie industrie. Si estende su un tratto di pianura attraversato dal torrente Molgora: nel Parco del Molgora rientra in effetti, sin dalla sua istituzione nel 1985, parte del territorio comunale. Attorno alle vie del centro si allineano diverse corti rurali, due delle quali annesse a una notevole residenza, la Villa Prata Galbiati Simonetta, costruita nel primo Ottocento sopra un convento cinquecentesco. Circondata da giardino, la villa è ora utilizzata come sede del Municipio. Interessante è anche la grande parrocchiale di Santa Giuliana, con vano centrale a pianta ellittica, curata da Carlo Giuseppe Merlo nel 1730 ma poi, nel corso del XIX secolo, trasformata con l'avanzamento della facciata.

 

Storia dello stemma
L'origine di questo stemma è da ritenersi collegata a due elementi: l'esistenza di un'antica famiglia lombarda de Caponago, che, con molta probabilità, ha tratto la sua denominazione e la sua origine proprio da questa antica terra; e la presenza sul territorio di molte ed estese proprietà di una importante famiglia milanese cui apparteneva anche Gabrio Casati, l'uomo politico che, fra l'altro, fu uno dei capi delle Cinque giornate di Milano. Proverebbe questa derivazione lo stemma della famiglia de Caponago miniato a pagina 110 dello Stemmario Trivulziano, che risulta del tutto analogo a quello del Comune di Caponago, ma con gli smalti invertiti. Peraltro, l'inserimento nello stemma comunale delle due trecce piegate a cerchio è dovuto invece al fatto che questa figura araldica è presente nello stemma della illustre famiglia Casati di Milano, così come risulta descritto a pagina 249 del Volume I del Dizionario storico-blasonico di G.B. di Crollalanza. La famiglia Casati, infatti, sulla fine del Settecento, era la più grande proprietaria di terra di tutto il Comune.