» Vai al contenuto
» Vai alla navigazione
» Navigazione interna
» Cerca nel sito

» Area Banner


Monza e Brianza

Torna alla home page
Sei in: Home < Scopri il Territorio MB < Vimercate

Accessibilità

 

 


Vimercate

vimercate_def
Info
--------------------------------
Piazza Unità d'Italia 1
20871
Tel.: 039/66591
» Scrivi una mail

» PEC


Sindaco: Paolo Brambilla
» Scrivi una mail 
 

» Vai al sito di Vimercate


Dati
Nome abitanti:Vimercatesi
Superficie: 21 kmq
Popolazione (al 31.12.2006): 25612


Elezioni
Data ultima elezione:maggio 2011
Collegio Senato (prima della Legge 270/2005): n. 14
Collegio Camera dei Deputati (prima della Legge 270/2005): n. 26
Collegio Provinciale : n. 36 Vimercate


 

Storia del Comune
Tra Lambro e Adda, commerciale sin dal nome antico (Vicus mercati), durante il Medioevo fu capoluogo del contado della Martesana, e oggi è rilevante centro industriale tra Monza e Trezzo sull'Adda. Nel centro storico spiccano Palazzo Trotti (il Municipio) con i suoi affreschi mitologici, il fortificato Ponte di San Rocco (o di Ezzelino) costruito con materiale di recupero di un ponte romano sul Molgora, l'oratorio di Sant'Antonio dalla facciata trecentesca e con affreschi del 1450, e la basilica di Santo Stefano, sorta fra il X e l'XI secolo su un edificio che esisteva già nel 745, con un campanile duequattrocentesco. Fra le corti coloniche della frazione Oreno si trovano la Villa Gallarati Scotti, neoclassica dopo la sistemazione di Simone Cantoni (1790- 93), e la sei-settecentesca Villa Borromeo, con ampio parco. Nel casino di caccia di questa, più antico di quattro secoli, un ciclo di affreschi tardo-quattrocenteschi in stile gotico internazionale tramanda un eccezionale ritratto della campagna lombarda a quell'epoca.

 

Storia dello stemma
Lo stemma di questo antico Comune lombardo trova il suo specifico fondamento di carattere araldico nei due più importanti stemmari della Lombardia: lo Stemmario Trivulziano( 1) e lo Stemmario Cremosano. A pagina 365 del Trivulziano, sotto la dicitura "dela terra da Vimerca" è miniato lo stemma che può essere così blasonato: D'argento, al leone di nero, lampassato e osceno di rosso". A pagina 319 del Volume I del Cremosano, è riprodotto l'identico stemma del Trivulziano. Dal punto di vista araldico si può notare che "rampante" è un animale riprodotto di profilo ritto sulla sua zampa posteriore sinistra; "linguato" è invece un animale riprodotto con la lingua di smalto diverso da quello del suo corpo; infine "osceno" è un quadrupede che mostra il sesso smaltato diversamente dal suo corpo. Dal punto di vista araldico, il leone - per definizione - è sempre rampante. Pertanto non sarebbe stato necessario blasonarlo nella descrizione araldica dello stemma. Con D.P.R. del 28 giugno 1950, al Comune di Vimercate è stato concesso il titolo di Città.