» Vai al contenuto
» Vai alla navigazione
» Navigazione interna
» Cerca nel sito

» Area Banner


Monza e Brianza

Torna alla home page
Sei in: Home < news

Accessibilità

 

 


Monza e Brianza


9 novembre 2009
A Brugherio una scuola nuova per la Brianza

Foto

Brugherio, 7 novembre 2009. La prima pietra del nuovo centro scolastico di Brugherio è stata posata oggi, in via Rodari. Presenti alla cerimonia, il Presidente della Provincia MB, Dario Allevi, l’Assessore al patrimonio, demanio ed edilizia scolastica Fabio Meroni e il Sindaco della città, Maurizio Ronchi. Ha partecipato all’inaugurazione anche Marina Lazzati, Assessore provinciale all’edilizia scolastica di Milano, dalla quale la Provincia MB ha ereditato il progetto originario.
L’intervento prevede la realizzazione del centro scolastico per lotti funzionali: il complesso edilizio sarà costituito da due edifici separati per un totale di trenta classi e una palestra.

Il primo lotto, in fase di realizzazione, prevede la costituzione di un primo edificio di tre piani fuori terra formato da 14 classi e 6 laboratori: il progetto, in particolare, colloca un video multimediale al piano terra, scienze e fisica al piano primo, chimica/biologia, informatica, linguistica e disegno al piano secondo.
Saranno costruite scale e ascensore, mentre la centrale termica con i magazzini sarà ubicata al piano interrato. L’impianto di riscaldamento sarà realizzato con pannelli radianti a pavimento, secondo le più recenti tecnologie e un impianto di trattamento e distribuzione aria, sarà impiegato per la ventilazione e il raffrescamento estivo degli uffici.
Mi piace sottolineare l’impiego di energie alternative per questa nuova scuola - spiega Dario Allevi, Presidente della Provincia MB – sono convinto, infatti, che proprio gli edifici pubblici debbano essere i primi a dare il buon esempio in tema di sostenibilità ambientale e risparmio energetico”.
Ricaveremo energia geotermica dall’acqua di falda per l’impianto di riscaldamento –precisa l’assessore Fabio Meroni - con un parziale riuso delle acque in restituzione alla falda per alimentare la rete a cui è collegato anche l’impianto di innaffiamento delle aree verdi. Installeremo, inoltre, pannelli fotovoltaici per produrre energia elettrica”,

L’importo del primo lotto è di circa 3.626.6000 Euro, comprensivo degli oneri inerenti la progettazione esecutiva, trattandosi di un appalto integrato, che prevede la progettazione esecutiva/costruttiva a carico dell’impresa.
Il tempo contrattuale per l’esecuzione dei lavori, previsto dalla firma del verbale di consegna dei lavori, è di 24 mesi.

Alla base del nuovo centro scolastico di via Rodari c’è senza dubbio un progetto tecnico ambizioso e all'avanguardia per scelte architettoniche e contestualizzazione nella nostra città – sottolinea il sindaco Maurizio Ronchi, e continua: Ciò che a questo punto mi preme è quello che sarà il punto di vista formativo perché dovrà rispettare le reali esigenze dei giovani che accoglierà. Anche nel nostro territorio, dove pur non manca l’offerta di servizi per la qualità della vita, colgo infatti i segni di disagio, di difficoltà nella socializzazioni tra e con i giovani. Oggi – conclude Ronchi - andiamo quindi a creare uno spazio nuovo per il quale sarò sempre disponibile ad offrire occasioni relazionali e momenti di coesione sociale, ovviamente al momento tutte da inventare perché dovranno rispettare l’evoluzione dei tempi”.