» Vai al contenuto
» Vai alla navigazione
» Navigazione interna
» Cerca nel sito

» Area Banner


Monza e Brianza

Torna alla home page
Sei in: Home < news

Accessibilità

 

 


Monza e Brianza


7 aprile 2010
Al via ‘LIFT’: il 1°piano provinciale per l’occupazione dei disabili in Brianza

Monza, 7 aprile 2010. E’ stato presentato oggi, presso la sede della Provincia MB, LIFT, il primo piano provinciale per l’occupazione dei disabili della Brianza. Il fabbisogno stimato per la Provincia MB, ricavabile dai dati 2009, evidenzia che il solo 50% delle persone iscritte è disponibile al lavoro, per un totale di circa 1992 persone disabili.
La Provincia, pertanto, in attuazione della normativa regionale – ha predisposto il Piano LIFT – Lavoro, Integrazione, Formazione, Territorio - con l’obiettivo di favorire l’incontro tra domanda e offerta di lavoro, insieme alle migliori condizioni per lo sviluppo locale: i principi ispiratori del piano sono rafforzare gli interventi a favore dell’occupabilità e intensificare gli sforzi per consolidare l’occupazione effettiva delle persone disabili, una volta entrati nel mondo del lavoro.

La maggior parte delle risorse complessive gestite dalla Provincia sono stanziate da Regione Lombardia per la dote lavoro, che ammonta a 902.465 Euro nel 2010 per Monza e Brianza.
Il Piano LIFT, in particolare, prevede la predisposizione percorsi personalizzati di inserimento per il disabile, da realizzarsi con il supporto di Enti accreditati al lavoro, Afol, cooperative sociali, unità di offerta socio-sanitaria, Comuni che gestiscono i servizi per l’integrazione lavorativa dei disabili, associazioni di solidarietà familiare, organizzazioni di volontariato.

La Provincia sta costruendo un sistema a rete - spiega Giuliana Colombo, Assessore provinciale al Lavoro e alle politiche sociali – per garantire l’accesso mirato al lavoro delle persone diversamente abili: il metodo che abbiamo adottato è fondato sul principio di sussidiarietà e sulla collaborazione, sempre più strategica in questo settore, tra pubblico e privato. I dati a disposizione denotano una consistenza vasta ed articolata della domanda di inserimento lavorativo e della disponibilità delle imprese ad intraprendere percorsi condivisi, che in questa prima annualità del progetto dovranno essere accuratamente realizzati e verificati.”

In particolare i fondi sono così ripartiti:
- 342.665 Euro sono destinati ai Servizi dote lavoro.
- 204.800 Euro sono destinati ai nuovi iscritti, pari a circa 400 unità l’anno.
- 180.000 Euro sono destinati ai disabili deboli per i quali può rendersi necessario un aiuto permanente che consenta non solo l’assunzione ma anche la permanenza nel mercato del lavoro (oltre 30 unità stimate).
- 175.000 Euro sono destinati alle cooperative sociali di tipo B per la creazione di contesti lavorativi idonei, anche per servizi effettuati dalle cooperative a sostegno di persone con disabilità psichiche.

Il Piano prevede che ulteriori 229.052 Euro siano destinati alle imprese che assumono disabili come strumento di aiuto all’assunzione e 226.303 Euro per iniziative di miglioramento e qualificazione del sistema, come progetti innovativi e sperimentali, azioni di ricerca, sensibilizzazione e diffusione di buone prassi, creazione di imprese sociali. Completano il quadro economico 150.869 Euro (circa il 10% delle risorse assegnate) destinati ad interventi di assistenza tecnica che serviranno per realizzare e gestire l’intera organizzazione del Piano.

Questo Piano è il numero zero per la Brianza: un progetto pilota dove tutti sono chiamati a fare la propria parte – aggiunge Dario Allevi, Presidente della Provincia MB - Abbiamo voluto coinvolgere tutti: famiglie, associazioni, parti sociali, istituzioni del sistema educativo e formativo, cooperative e consorzi. Tutti in un gioco di squadra che ci faccia raggiungere il risultato fondamentale dell’integrazione dei disabili nel mondo del lavoro.”

 

Scheda:LIFT.  Piano Provinciale per l'occupazione dei disabili 2010