» Vai al contenuto
» Vai alla navigazione
» Navigazione interna
» Cerca nel sito

» Area Banner


Monza e Brianza

Torna alla home page
Sei in: Home < news

Accessibilità

 

 


Monza e Brianza


29 dicembre 2010
Liceo Frisi di Monza: al via i lavori di manutenzione straordinaria

Monza, 29 dicembre 2010. La Giunta Provinciale ha approvato il progetto relativo ai lavori di manutenzione straordinaria - secondo lotto – per il Liceo Scientifico Frisi di Monza, con uno stanziamento complessivo di 2.300.000 Euro.
Il progetto esecutivo verrà messo in gara nella primavera 2011 a completamento dei lavori del primo lotto che, ultimati nel 2008, ammontavano ad 1.000.000 di euro.

I lavori di manutenzione straordinaria del secondo lotto riguardano la rimozione dei rivestimenti compromessi delle facciate e la sostituzione dei serramenti “saliscendi” che presentano problemi di sicurezza.

"Con il secondo lotto completiamo finalmente i lavori di manutenzione straordinaria della scuola per consegnare a studenti e docenti un edificio moderno e sicuro – spiegano il Presidente Dario Allevi e l’Assessore provinciale all'edilizia scolastica Fabio Meroni - Anche per questo progetto abbiamo scelto materiali innovativi che rispettano l'ambiente con un duplice obiettivo: il risparmio delle spese di gestione e l’innalzamento del comfort abitativo".
In linea con le soluzioni adottate con il primo lotto, il progetto è stato realizzato riservando grande attenzione alla salvaguardia ambientale con l’utilizzo di tecnologie innovative, capaci di ottenere un miglioramento della qualità dell’aria.
Per le facciate di colore giallo e grigio - cromaticamente sensibili all’azione dei raggi solari - sarà utilizzata ancora la medesima pitturazione foto-catalitica autopulente, ottenuta dall'impiego di pigmenti speciali che producono una reazione chimica simile alla fotosintesi clorofilliana nell’assorbire e trasformare sostanze inquinanti in elementi non nocivi.
La particolare reazione foto-catalitica trasforma, infatti, le sostanze organiche inquinanti quali l’ossido di azoto, il biossido di azoto e le polveri sottili in particelle innocue per l’ambiente che vengono poi portate via dalla pioggia.

Altra grande attenzione è dedicata al fabbricato del centro sportivo, per completare i lavori degli spogliatoi e per il rifacimento delle facciate. Previste, infine, soluzioni migliorative per le prestazioni energetiche dell’edificio con interventi sui serramenti in alluminio e sulle vetrate, per raggiungere valori di isolamento termico in linea con le più restrittive normative vigenti.