» Vai al contenuto
» Vai alla navigazione
» Navigazione interna
» Cerca nel sito

» Area Banner


Monza e Brianza

Torna alla home page
Sei in: Home < news

Accessibilità

 

 


Monza e Brianza


26 marzo 2015
La Provincia si prepara in vista delle scadenze imposte dalla Legge Delrio e Legge di stabilità

Monza, 26 marzo 2015. Si è tenuta oggi la prima seduta del Consiglio Provinciale nella nuova sede di via Grigna a Monza, dove - dopo le operazioni di trasloco degli scorsi mesi - oggi lavorano tutti i dipendenti, ad eccezione degli agenti della Polizia Provinciale dislocati nel comando di Cesano Maderno, in via Donegani.

I vincoli di legge. All’ordine del giorno l’informativa del Presidente in merito all'attuazione della Legge Delrio e agli impatti della Legge di Stabilità 2015 sul bilancio e sul personale: una questione particolarmente delicata, considerando che la normativa impone di ridurre del 50% la spesa per il personale di ruolo alla data di entrata in vigore della legge, ovvero il 7 aprile 2014.

"La nostra priorità è quella di tutelare al meglio la dignità, la professionalità e le aspettative dei nostri lavoratori pur in un contesto complesso e delicato come quello attuale - ribadisce il Presidente Gigi Ponti - sono fiducioso nella collaborazione dei Comuni perchè il percorso sia il più possibile condiviso e utile".
 
Il punto di partenza. Per quanto riguarda la Provincia MB, che oggi dispone di una dotazione organica pari a 267 unità, si tratta di ridurre la spesa da 11.012.190 euro a 5.506.095 euro.
Mentre è stata data precedenza alla ricognizione dei dipendenti con i requisiti per il pensionamento e prepensionamento (26), la Direzione Generale ha registrato 16 cessati tra dimissionari, e mobilità presso altri Enti.
Nel frattempo è entrata in vigore la nuova macrostruttura dell’Ente con le funzioni della Provincia ripartite in 6 sole direzioni oltre alla Direzione Generale: così dalla costituzione della Provincia, nel 2009, i dirigenti sono stati ridotti da 12 a 6.

La collaborazione dei Comuni. La Provincia ha contattato i 55 Comuni MB per conoscere il fabbisogno di personale e per creare una governance il più possibile condivisa nel “matchare” i bisogni delle Amministrazioni Comunali con le professionalità presenti in Provincia. 17 i contatti avuti finora, di cui 7 incontri che hanno portato all’individuazione di un fabbisogno totale di 43 unità.
Ad oggi la Provincia ha rilasciato 71 nulla osta, in totale a 44 dipendenti, per la partecipazione a bandi di mobilità, di cui 3 con esito positivo ed altri in corso di definizione.

L’obiettivo finale. Rispetto alla quota finale di 5.506.095 euro è necessario scorporare le spese di personale relative a dipendenti che operano su funzioni con percorso autonomo (Polizia, Servizi per il lavoro e politiche attive); su deleghe regionale non confermate (agricoltura, foreste, caccia e pesca), su deleghe regionali confermate (formazione professionale, turismo, sociale e protezione civile. Alla luce di ciò, e al netto dei comandati in uscita e dei dipendenti con pratica di mobilità in perfezionamento, il valore finanziario dei soprannumeri è pari a 1.245.767 Euro.

Il bilancio. Nell’esercizio 2014 la Provincia è riuscita a rispettare il patto di stabilità interno e gli equilibri di bilancio. Ciò pur considerando il forte impatto delle manovre finanziarie 2010-2014 che hanno causato un taglio di circa 19,5 milioni di Euro. Il taglio introdotto dalla Legge Delrio è stato pari a 4,5 milioni di Euro: così mentre entro il prossimo 30 aprile sarà presentato il rendiconto della gestione 2014 non deficitario, scadrà il 31 maggio il termine per l’approvazione del bilancio di previsione 2015.