» Vai al contenuto
» Vai alla navigazione
» Navigazione interna
» Cerca nel sito

» Area Banner


Monza e Brianza

Torna alla home page
Sei in: Home < news

Accessibilità

 

 


Monza e Brianza


30 dicembre 2016
Trasporto Pubblico in Brianza: tagli in vista dal 1 febbraio

Monza, 30 dicembre 2016. Tagli obbligatori per circa 750.000 Km/anno per gli autobus della Brianza a partire dal 1 febbraio 2017: è questo l’effetto della riduzione delle risorse destinate al trasporto pubblico locale per il nuovo anno in arrivo, considerando che la Provincia MB potrà contare sulle sole risorse garantite dai trasferimenti regionali “storici”, ovvero attribuiti con criteri risalenti al 2000.

Tagli obbligati per pareggiare il bilancio.
Il programma dei tagli è stato comunicati ieri da parte del Presidente Gigi Ponti, nel corso dell’Assemblea dei Sindaci MB, riuniti a Monza. Si tratta di una riduzione pari al 9,4% delle percorrenze 2016, le quali assommano a quasi 8 milioni di Km/anno per un totale di circa 60.000 passeggeri trasportati al giorno.

Le linee interessate.
La razionalizzazione messa a punto dai tecnici della Provincia interessa 7 linee distribuite sui 3 lotti e prevede la soppressione totale di 2 linee e una riduzione di servizi per le altre. Gli interventi sono stati applicati a corse situate nel quadrante nord dell’area metropolitana milanese, dove esistono servizi di trasporto alternativi, di competenza della città di Milano.

E’ prevista, pertanto, la soppressione totale delle linee z225 e z227 che trasportano mediamente oltre 4000 passeggeri/ giorno ciascuna, con i conseguenti prevedibili disagi per l’utenza.
“Sappiamo bene che, a fronte di questi tagli, il servizio offerto non sarà più adeguato rispetto alle esigenze di mobilità della Brianza”, ha detto il Presidente Gigi Ponti, che in questi giorni ha contattato anche i comitati dei pendolari MB per rappresentare ancora una volta la difficile situazione del trasporto pubblico: un primo incontro è previsto già per il 4 gennaio a Monza.
“Ci appelliamo ancora una volta a Regione Lombardia e al Ministero perché considerino gli ingenti flussi di carico della Brianza, una Provincia che conta quasi 900.000 abitanti! Per questo ho chiesto la convocazione di un incontro dell’Agenzia di Trasporto Pubblico, per valutare insieme a Città Metropolitana ogni possibile ulteriore azione che possa alleggerire i disagi, che interessano almeno 10.000 passeggeri al giorno”.

L’agenzia di Trasporto MI-MB-LO-PV. Ponti precisa che la Provincia è costretta a finanziare ancora i servizi di trasporto pubblico anche se la competenza è ormai da mesi assegnata all’Agenzia che, tuttavia, da un lato ancora attende la piena operatività con la nomina di un Direttore e il trasferimento del personale tecnico e amministrativo da parte degli Enti soci, dall’altro la stessa Agenzia non intende assumersi la titolarità dei contratti se non trasferiti in condizioni di equilibrio finanziario. E’ l’Agenzia, infatti, il soggetto che deve occuparsi della programmazione, regolazione, gestione del trasporto pubblico locale.

Entro il mese di marzo l’Agenzia dovrebbe approvare il Programma di Bacino per ridefinire la rete dei trasporti, ed entro il dicembre 2017 espletare le nuove gare per l’affidamento dei servizi. Ad oggi le sole risorse regionali strutturali consentirebbero di affidare circa 5,7 milioni di Km/anno, contro un fabbisogno stimato di almeno 6,15: servono, dunque, almeno 0,9 milioni di Euro in più all’anno.