» Vai al contenuto
» Vai alla navigazione
» Navigazione interna
» Cerca nel sito

» Area Banner


Monza e Brianza

Torna alla home page
Sei in: Home < news

Accessibilità

 

 


news


16 marzo 2017
Ponti invia un esposto cautelativo alla Procura, Prefettura e Corte dei Conti

Monza, 16 marzo 2017. A pochi giorni dalla scadenza del termine per l’approvazione del bilancio, il Presidente della Provincia MB Gigi Ponti ha inviato oggi un esposto cautelativo alla Procura della Repubblica e alla Prefettura di Monza, oltre alla Sezione regionale della Corte dei Conti, per denunciare la situazione dei tagli insostenibili, che lo Stato ha imposto alle Province "affinché vengano valutate eventuali condotte illecite omissive e-o commissive".
Il Presidente, si unisce così alla protesta nazionale che altre Province stanno promuovendo in questi giorni.

Il prelievo forzoso imposto alle Province Italiane. Nel 2017, il sistema delle Province è chiamato a “contribuire” a favore dello Stato per 1,6 miliardi di euro, importo che già considera i contributi assegnati alle Province delle Regioni a Statuto Ordinario, pari a 650 milioni.

Lo squilibrio 2017 per la Provincia MB. Per quanto attiene alla Provincia MB, per l’anno 2017 le entrate stimate ammontano a 59.800.000 euro, a fronte delle quali l’obbligo di riversamento allo Stato è calcolato in 53.744.273 euro. Pertanto a fronte delle spese per le funzioni fondamentali pari a 27.088.144 risulta uno squilibrio finanziario pari a 21.032.418 euro.
E’ utile ricordare, in proposito, che il bilancio preventivo 2016 della Provincia MB è stato approvato solo il 29 dicembre 2016: a fronte di un introito di 61,4 milioni, infatti, il prelievo forzoso da Roma è stato pari all’87,55%, ovvero a 53,6 milioni di Euro!

Il Presidente Ponti, in proposito, ricorda ancora una volta “le ricadute concrete di questa asfissia economica: dalla riduzione delle risorse destinate alla manutenzione degli edifici scolastici, alla rete stradale, fino al trasporto pubblico”. “Ciò comporta gravi danni non soltanto ai cittadini – si legge nell’esposto – ma anche al sottoscritto Ente territoriale, il quale potrebbe non essere in grado di fare fronte alle proprie specifiche funzioni istituzionali”.
La mobilitazione nazionale delle Province, alla quale aderisce anche la Provincia MB, intende sensibilizzare l’opinione pubblica sui pericoli incombenti nell’erogazione dei servizi e sulla necessità di intervenire al più presto in sede legislativa per porre rimedio alla situazione, anche in vista della prossima approvazione del Decreto Enti Locali.