» Vai al contenuto
» Vai alla navigazione
» Navigazione interna
» Cerca nel sito

» Area Banner


Monza e Brianza

Torna alla home page
Sei in: Home < news

Accessibilità

 

 


Monza e Brianza


2 ottobre 2017
Chiude la XV Edizione di “Ville Aperte in Brianza”

Foto

Monza, 2 ottobre 2017. Si è chiusa domenica sera la XV edizione di “Ville Aperte in Brianza” inaugurata lo scorso sabato 16 settembre.
137 i luoghi aperti e visitabili per 3 settimane da scoprire con visite guidate, eventi, percorsi e itinerari storico-artistici sul territorio in più di 70 Comuni in Provincia di Monza e Brianza, Lecco, Como più tre siti dell’area metropolitana di Milano, che complessivamente hanno accolto oltre 35mila persone, con il supporto e l’attività di circa 500 volontari. Gli incassi ammontano a un totale di oltre 120.000 euro, derivanti dagli introiti delle visite guidate e degli eventi a pagamento, somme che restano totalmente in capo ai soggetti pubblici e privati organizzatori. Cinque siti hanno superato le 1.500 presenze, altri 11 siti si collocano fra 1500 e 600 presenze, 40 siti fra 100 e 500 visitatori, delineando complessivamente un successo capillare e omogeneo su tutto il territorio coinvolto.

Anche per questa edizione Ville Aperte ha superato se stessa, facendo registrare numeri da record a conferma della bontà di un format di successo e dalla qualità della proposta culturale messa in campo – commenta soddisfatto il Presidente Roberto InvernizziI dati ci spingono a continuare ad investire sui talenti della Brianza e sulla qualità riconosciuta delle sue potenzialità turistiche, culturali e ricettive: la costruzione della Provincia dei Comuni parte anche da qui”.

I dati dell’ultimo weekend: il terzo ed ultimo weekend di Ville Aperte in Brianza ha portato nelle ville più di 6.000 visitatori, che arrivano a 9.000 considerato anche quanti hanno partecipato ad incontri ed eventi speciali.

Le visite guidate preferite. La visita guidata che ha riscosso maggior successo è quella proposta dalla Villa Reale di Monza: quasi 3mila persone hanno usufruito biglietto integrato per Ville Aperte nei tre weekend della manifestazione. Complessivamente più di 3.500 persone nei tre weekend per tutti i siti aperti a Monza.

Nella Brianza monzese quasi 15mila visitatori nei tre weekend. Un grande successo, come da tradizione, si è registrato per il patrimonio culturale di Vimercate, che ha superato le 2.400 presenze nella sola giornata di domenica 24 settembre. Nella Brianza monzese grande soddisfazione anche a Villasanta, dove, complice la mostra “Lego. I mattoncini nel tempo” allestita nelle sale di Villa Camperio, sono state superate le 2000 presenze, mentre Cesano Maderno con Palazzo Arese Borromeo ha raggiunto i 1000 visitatori. Sempre nella Brianza monzese, riuscito l’esperimento proposto ad Arcore sul Complesso Borromeo d’Adda: fra la realtà aumentata e le visite teatralizzate, più di 800 persone hanno visitato la villa. Grande soddisfazione anche a Briosco: Rossini Art Site si conferma sito di arte contemporanea di grande interesse, con i suoi 700 e più visitatori, così come un ottimo risultato ha registrato la Fornace Artistica Riva che ha superato le 600 presenze in due weekend. Sopra i 600 visitatori anche Villa Pusterla di Limbiate, Villa Tittoni Traversi di Desio e la Centrale Idroelettrica di Cornate d’Adda.

I dati della Brianza lecchese: I visitatori complessivi nei siti della Brianza lecchese sono stati più di 6.000: la meta più gettonata si conferma Villa Monastero a Varenna, che è stata visitata nei tre weekend da quasi 2.000 persone. Grande successo anche il Complesso di San Pietro al Monte di Civate, dove sono arrivati circa 1.200 visitatori, per uno dei siti dal panorama più suggestivo. Più di 300 visitatori a Villa Agnesi Albertoni a Montevecchia e Villa Greppi a Monticello Brianza; un buon successo anche per Annone Brianza con 250 visitatori.
Nel territorio della Provincia di Como, grandi numeri per Villa Guaita di Ponte Lambro, con più di 600 visitatori e a Cabiate, dove un progetto di crowdfunding voluto dal Comune ha portato più di 500 persone a mobilitarsi per Villa Padulli.

Boom dei siti del nord Milano: a Villa Arconati più di 3.000 visitatori, arrivati al Castellazzo di Bollate anche per partecipare a “Delizie in Villa” in quest’ultimo weekend. Numeri record anche a Villa Litta di Lainate, che supera i 2.500 visitatori.

Gli eventi e i progetti speciali: Ville Aperte in Brianza guarda al nuovo pubblico della cultura, il pubblico del futuro. Più di 300 bambini hanno partecipato al progetto “Ville Aperte ai bambini”, con le letture ad alta voce di fiabe proposte dall’Associazione Lerbavoglio con un team di volontari specificatamente formati per l’evento.
Grande successo anche per le “Storie dimenticate”, un progetto sui luoghi più misteriosi del territorio, di cui si sono raccontati segreti e vicende storiche con la guida di esperti. La visita organizzata a Consonno ha registrato il tutto esaurito e si è dovuto ricorrere a un doppio turno.

Gli aspetti economici dell’iniziativa: nel generale boom di visitatori registrato su ogni sito, non si è rilevata una differenza di preferenze per i siti gratuiti. La Brianza ha dimostrato la volontà di investire e spendere in cultura, soprattutto quando la proposta è di qualità con la possibilità di partecipare a eventi speciali, iniziative insolite, visite esperienziali. Gli introiti registrati durante le tre settimane di Ville Aperte in Brianza 2017 superano i 120.000 euro. Gli incassi restano ai proprietari dei beni, sia enti pubblici che soggetti privati, mentre i costi della manifestazione arrivano a poco più di 36.000 euro, pari a circa un terzo degli incassi. Ha contribuito alla realizzazione delle attività 2017 Regione Lombardia, che ha erogato un fondo di 20.000 euro.

Patrocini. La manifestazione ha ricevuto la Medaglia di Rappresentanza del Presidente della Repubblica, il Patrocinio del MiBACT, della Camera di Commercio di Monza e Brianza, del FAI – delegazione di Monza.

#VilleAperte17. Cresce l’impatto del digital cultural heritage: per promuovere Ville Aperte in Brianza presso un pubblico sempre più vasto, con il quale instaurare un dialogo coinvolgente e proficuo, è stata potenziata quest’anno la presenza sui principali social network: la pagina Facebook di Ville Aperte in Brianza ha cresciuto i suoi “like” del 40%, con una copertura media di 5000 contatti per ciascun post. Una vera e propria esplosione su Instagram: i visitatori di Ville Aperte in Brianza erano stati invitati a postare le proprie foto con hashtag #VilleAperte17, per contribuire ad un racconto condiviso per immagini della manifestazione. Il risultato è stata una raccolta di oltre 1000 fotografie bellissime del nostro patrimonio, grazie anche al supporto del gruppo Igers Brianza.