» Vai al contenuto
» Vai alla navigazione
» Navigazione interna
» Cerca nel sito

» Area Banner


Monza e Brianza

Torna alla home page
Sei in: Home < news

Accessibilità

 

 


news


6 dicembre 2017
I nuovi criteri di pianificazione dell'Agenzia del TPL presentati ai Sindaci MB

Foto

Al via il primo test nella Brianza Centrale dall’8 gennaio 2018

Monza, 6 dicembre 2017. Frequenza fissa, cadenzamento, interscambio: parte da qui la nuova stagione del TPL della Brianza.  Ieri, durante l’Assemblea dei Sindaci MB, il Presidente dell’Agenzia del Trasporto pubblico locale della Città metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia  Umberto Regalia ha presentato i criteri con cui sarà costruito il nuovo modello di programmazione dei servizi nell’intero bacino e la proposta di un test sperimentare per gli utenti della Brianza Centrale.

Inanzitutto Il Presidente Regalia ha confermato le buone notizie per il TPL brianzolo che non subirà ulteriori tagli nel 2018. Regione Lombardia, infatti, assegnerà le risorse alla Agenzia sulla base dei nuovi criteri dei costi e dei fabbisogni standard per un importo di circa 2,5 milioni di euro per il mantenimento dell’attuale standard di servizi.

Intanto si sta lavorando alla nuova programmazione dei servizi con la definizione dei criteri su cui sarà costruito il modello dell’Agenzia che punta su:

FREQUENZA FISSA: per ottimizzare i transiti/ora, ovvero la massima attesa tra un transito e l’altro per regolarizzare i passaggi e migliorare la distribuzione dell’utenza sulle corse. I servizi saranno classificati in relazione alla frequenza in questo modo:

·         Linee primarie: 15 – 30 minuti

·         Linee secondarie:30 -60 minuti

·         Linee terziarie: 60 minuti

 

CADENZAMENTO: orario il più possibile ripetitivo per facilitare la memorizzazione dell’orario da parte dell’utente e permettere di costruire l’itinerario di viaggio in base alle esigenze.

SIMMETRIA: individuazione dei nodi di orario dove consentire la corrispondenza in andata e in ritorno a distanza costante

INTERSCAMBIO: garanzia di coincidenza programmata per permettere interscambio sistematico tra le diverse Linee automobilistiche e con altri vettori ( esempio linee S) e ridurre tempi di viaggio

AUMENTO TEMPI DI PERCORRENZA: per ridurre i ritardi in arrivo e garantire il rispetto degli orari di ripartenza.

Dall’8 gennaio 2018 nella Brianza Centrale sarà testato un modello sperimentale ispirato a questi criteri e presentato direttamente dal gestore della rete con nuovi orari cadenziati e simmetrici  senza alcuna modifica dei percorsi individuando come nodi principali della rete Monza, Seregno, Sesto FS.

Il modello, che non prevede nessun costo aggiuntivo rispetto alla programmazione 2017,  è stato presentato ai Sindaci che sono stati invitati a presentare osservazioni, criticità nei prossimi giorni attraverso la Provincia MB.

“ Dobbiamo costruire insieme una nuova governance del sistema dei trasporti in Brianza attraverso una programmazione unitaria e condivisa che punti alla sinergia con il trasporto su ferro e dia priorità alla creazione di punti di interscambio. – hanno spiegato il Presidente Roberto Invernizzi con il Consigliere delegato Marco Cappelletti – Abbiamo l’occasione di sperimentare  una nuova modalità di programmazione che ci auguriamo porti ad un miglioramento del servizio offerto agli utenti con minime modifiche alle loro abitudini ma strategiche sul piano trasportistico, puntando in particolare all'integrazione con il servizio ferroviario e metrotranviario”.

Il tema del trasporto pubblico è strettamente connesso al delicato problema dell’inquinamento atmosferico e per questo motivo a conclusione dell’Assemblea dei Sindaci il Presidente ha invitato tutti i Comuni della Brianza ad aderire al Protocollo Aria promosso da Regione Lombardia. “Dobbiamo imparare a condividere progetti e strategie per incentivare sempre più l’uso dei mezzi pubblici facilitando i collegamenti in tutto il territorio e adottando le stesse strategie per tutelare il nostro ambiente “– ha concluso il Presidente.