» Vai al contenuto
» Vai alla navigazione
» Navigazione interna
» Cerca nel sito

» Area Banner


Monza e Brianza

Torna alla home page
Sei in: Home < news

Accessibilità

 

 


Monza e Brianza


8 agosto 2018
L’avvocato Alessandra Ghezzi nominata Consigliera di parità della Provincia MB

Monza, 8 agosto 2018. E’ l’Avvocato Alessandra Ghezzi la nuova Consigliera di parità della Provincia MB, nominata lo scorso 15 luglio con Decreto del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali a conclusione di una procedura di selezione pubblica avviata dalla Provincia.
Attraverso la stessa selezione è stata individuata l'ingegnere Serenella Corbetta nel ruolo di supplente. Entrambe posseggono i requisiti di specifica competenza ed esperienza pluriennale in materia di lavoro femminile e di normative sulle pari opportunità.
La figura della Consigliera di parità è strategica per monitorare in modo più puntuale l'applicazione delle pari opportunità in ogni contesto lavorativo secondo il principio della non discriminazione. Auguriamo Buon lavoro all’Avvocato Ghezzi che saprà rappresentare un punto di riferimento per gli enti, le aziende e soprattutto i lavoratori e le lavoratrici del territorio nel trattare tematiche particolarmente delicate” – commentano il Presidente Roberto Invernizzi e il VicePresidente Concettina Monguzzi.
La Consigliera di Parità, che sta prendendo servizio in questi giorni, riceverà su appuntamento presso la sede della Provincia MB in via Grigna 13 a Monza.

Contatti: Tel. 039.9752831
consiglieraparita@provincia.mb.it

 

La Consigliera di parità è una figura istituita dalla legge 125/91, in seguito aggiornata in base al decreto legislativo 198/2006, che opera in ogni Provincia della Repubblica per tutelare il diritto al lavoro, senza discriminazioni di sesso ed esercita un ruolo di “tutela dell’uguaglianza”.
La Consigliera di parità collabora con aziende, istituzioni e sindacati per attuare politiche e progetti per le pari opportunità sul lavoro, conciliare gli impegni di lavoro e quelli familiari, istituire appositi organismi e presentare progetti di flessibilità.
Contro la discriminazione, la Consigliera di parità svolge funzioni per promuovere e controllare che i principi di uguaglianza e pari opportunità nel mondo del lavoro siano rispettati: parità di trattamento nell’accesso al lavoro, nella formazione, nella progressione di carriera, nella retribuzione e nello svolgimento del rapporto di lavoro.
In caso di discriminazione la Consigliera – attraverso una delega – potrà rivolgersi al Giudice del Lavoro o al TAR della Lombardia e intervenire in giudizio.