» Vai al contenuto
» Vai alla navigazione
» Navigazione interna
» Cerca nel sito

» Area Banner


Monza e Brianza

Torna alla home page
Sei in: Home < news

Accessibilità

 

 


news


25 gennaio 2019
Lettera del Presidente Roberto Invernizzi ai Sindaci MB che hanno sottoscritto l'appello a Regione per avviare sperimentazione tariffa unica

Caro Sindaco,
il dibattito relativo all’introduzione sperimentale della tariffa unica anche in Brianza si sta accendendo con toni che stanno mettendo in discussione il lavoro fatto all’interno dell’Assemblea dei Sindaci per contribuire alla costruzione del Programma di bacino del TPL, un documento che ha l’obiettivo di rivoluzionare il trasporto pubblico locale anche con l’introduzione di un nuovo sistema di tariffe.
Abbiamo incontrato diverse volte i referenti dell’Agenzia del trasporto locale del bacino della Città Metropolitana di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia - rappresentata dal Presidente Umberto Regalia e dal Direttore Luca Tosi - compiendo insieme un percorso che si è concluso con l’approvazione del di cui abbiamo condiviso i criteri e le finalità lo scorso 10 gennaio.
Nel corso dei numerosi incontri avuti con l’Agenzia, ci sono state illustrate tutte le modalità e i vantaggi che la tariffazione integrata comporterà per migliorare e semplificare gli spostamenti dei nostri cittadini sia nel territorio, sia verso il capoluogo milanese.
A fronte delle polemiche e delle informazioni non suffragate da fonti certe che stanno girando in queste ultime ore, voglio ribadire che il percorso che abbiamo fatto insieme all’Agenzia non è certo stato una mera operazione di facciata per essere complici del Comune di Milano nel camuffare la volontà di aumentare i biglietti del TPL urbano.
La mia richiesta di unirci ai Sindaci metropolitani per avviare a breve la sperimentazione del biglietto unico, rappresenta anche per il Comune stesso l’occasione di dare il via a quella manovra tariffaria che permetterà di ridurre il divario di costi oggi esistenti fra utenti dei servizi urbani di Milano, che spendono meno e hanno un servizio di miglior qualità, e utenti dei servizi interurbani, che oggi spendono di più per titoli cumulativi costosi e con integrazione limitata.
La nuova tariffazione, infatti, prevede la possibilità di utilizzare qualsiasi mezzo pubblico-bus,treno, metropolitana,tram- con un unico biglietto anche attraverso un criterio univoco ed oggettivo di determinazione della tariffa nel bacino di competenza. L’obiettivo è superare la frammentazione e favorire l’intermodalità e l’interscambio passando dall’attuale frazionamento in zone e fasce-km all’accorpamento in corone circolari uniformi gomma-ferro che garantiranno l’integrazione e il coordinamento generalizzato dei servizi. In questo modo si prevede di superare gli squilibri attualmente presenti nel sistema a causa della mancata integrazione che in funzione del numero di gestori influisce sul costo del biglietto.
Nel nuovo modello ogni Comune sarà assegnato interamente ed unicamente a una singola corona tariffaria che è distanziata dalle altre in base a un passo costante pari a 5km ( in analogia all’ampiezza delle fasce – km ferroviarie). Sono inoltre previste agevolazioni significative, tra cui la assoluta gratuità per i ragazzi fino a 14 anni, sconti fino a 26 anni e oltre i 65 anni e una attenzione particolare alla fascia di reddito fino a €.6.000.
La tabella con tutte le informazioni in termini di costi è stata integrata al Piano ed è consultabile da tutti gli utenti nel sito dell’Agenzia: http://www.agenziatpl.it/servizi-tpl/programma-dei-servizi-di-bacino

Per la Brianza le zone di riferimento sono 4/5/6.
zone
Titolo Coefficiente
moltiplicatore
biglietto ordinario 1-2 3 4 5 6 7 8 9 10
Biglietto ordinario 1 1,60 2,00 2,40 2,80 3,20 3,60 4,00 4,40 4,80
Biglietto 10 viaggi 9 14,50 18,00 21,50 25,00 29,00 32,50 36,00 39,50 43,00
Giornaliero 3,5 5,60 7,00 8,40 9,80 11,00 12,50 14,00 15,50 17,00
3 Giorni 6 9,60 12,00 14,50 17,00 19,00 21,50 24,00 26,50 29,00
7 Giorni 8,5 13,50 17,00 20,50 24,00 27,00 30,50 34,00 37,50 41,00
Mensile 22-25 40,00 50,00 60,00 70,00 75,00 85,00 88,00 88,00 88,00
Annuale 177-230 368,00 460,00 552,00 644,00 688,00 720,00 760,00 836,00 850,00

Le tariffe indicate per zona rappresentano il valore del biglietto integrato che permette di spostarsi dalla Brianza verso Milano utilizzando mezzi urbani, ferroviari, extraurbani.
Per fare un esempio: se da Arcore – compreso nella zona 6 - un cittadino deve raggiungere il capoluogo di Milano tutti i giorni l’abbonamento mensile integrato costerà 75 euro a fronte dei 71 dell’attuale abbonamento di Trenord che permette solo l’utilizzo del treno e di un mezzo urbano e a fronte dei 79-87 (a seconda dell’itinerario seguito) dell’attuale abbonamento cumulativo SITAM, che non consente l’uso del treno.
Non si comprende come sia stato calcolato – su questo tratto - un aumento pari al 27% se si fa il confronto tra le cifre della tabella e l’attuale costo dell’abbonamento treno-Milano che permette solo una integrazione con i mezzi urbani.
Le tariffe STIBM di corsa semplice proposte sono già allineate ai titoli ordinari ferroviari: gli aumenti, dove presenti, sono limitati in media a 10-30 centesimi, a fronte di un’integrazione anche con i servizi TPL extraurbani per raggiungere la ferrovia (minor bisogno di ricorrere all’auto privata per il primo ed ultimo miglio) e con i servizi urbani di Milano (risparmio consistente per gli utenti che usano la rete di Milano)
Gli aumenti peseranno particolarmente sugli utenti occasionali ma i costi saranno tendenzialmente invariati, in qualche caso ridotti, per gli utenti sistematici.
Secondo i calcoli fatti dall’Agenzia nell’attuale area SITAM (4,1milioni di residenti) la riduzione del costo dell’abbonamento riguarderà 2,3 milioni di residenti e sarà compresa fra il 10% e il 15%; 400.000 avranno un costo invariato mentre solo gli attuali utenti della rete di Milano avranno un costo aumentato del 10%.
Inoltre, Il periodo di transizione previsto dal Regolamento Tariffario regionale per l’attuazione degli STIBM, prevede comunque che per 5 anni, accanto ai nuovi titoli integrati possano permanere gli attuali titoli esclusivamente ferroviari: nessun utente attuale della ferrovia vedrebbe pertanto un aumento di costi.
Il mio contatto con i referenti dell’Agenzia è costante e se lo ritieni necessario, insieme agli altri Sindaci, sono disponibile a convocare una Assemblea dei Sindaci per chiarire eventuali dubbi su questioni ed informazioni che in questo momento possono sembrare poco chiare.


Roberto Invernizzi