Close

Cosa fare dopo la terza media

il Primo ciclo di istruzione si conclude una volta sostenuto l’esame di stato finalizzato al conseguimento del Diploma di Licenza Media.

Questo importante traguardo non assolve, però, all’obbligo d’istruzione stabilito dalla Legge 27 dicembre 2006, n. 296, articolo 1, comma 622:

“L’istruzione impartita per almeno dieci anni è obbligatoria ed è finalizzata a consentire il conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore o di una qualifica professionale di durata almeno triennale entro il diciottesimo anno d’età “.

Gli studenti devono quindi proseguire il proprio percorso di studi scegliendo tra le diverse alternative, in base alle proprie inclinazioni e alle proprie capacità.

L’attuale conformazione del Secondo ciclo di istruzione è frutto della cosiddetta “Riforma Gelmini” (in vigore dall’anno scolastico 2010/2011) e della Riforma della “Buona Scuola” (in vigore a partire dall'anno scolastico 2015/2016) ed è così suddivisa:

  • Scuola secondaria di secondo grado:
  • istruzione Liceale
  • istruzione Tecnica
  • istruzione Professionale

Questi percorsi hanno durata di 5 anni e consentono l’accesso all’Università, all’Alta formazione artistica, musicale e coreutica (AFAM), ai percorsi di istruzione tecnica superiore (ITS) e di istruzione e formazione tecnica superiore (IFTS).

  • Percorsi di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP):
  • Qualifica di Operatore
  • Diploma di Tecnico

I percorsi di IeFP hanno una durata triennale al cui termine, sostenuto un apposito esame, è possibile (seppur non obbligatorio) frequentare una quarta annualità per ottenere il diploma di tecnico professionale.

 

Anno Liceale Tecnica Professionale Formazione professionale
Anno 1  -  -  -  -
Anno 2  -  -  -  -
Anno 3  -  -  - Qualifica professionale
Anno 4  -  -  - Diploma tecnico professionale
Anno 5 Diploma di stato Diploma di stato Diploma di stato Diploma di stato
Cosa cambia con la riforma

Visita la pagina