Esplora contenuti correlati

Espropri

PROCEDURA ESPROPRIATIVA AI SENSI DEL DPR 327/01 E S.M.I. “TESTO UNICO DEGLI ESPROPRI”
A seguito di istanza di avvio della procedura espropriativa da parte dei soggetti interessati, l’Ufficio Espropri provvede a svolgere gli adempimenti previsti dalla normativa:

  • avviso di avvio del procedimento diretto alla dichiarazione di pubblica utilità ex art. 16 comma 4 del DPR 327/01 e s.m.i.;
  • comunicazione ai proprietari di invito a fornire elementi per la determinazione del valore da attribuire all’area da espropriare ex art. 17 DPR 327/01 e s.m.i.;
  • emissione del decreto di occupazione anticipata d’urgenza preordinata all’espropriazione ed indicazione della misura dell’indennità a titolo provvisorio con relativa determinazione di pagamento di acconto pari a 80% dell’indennità esproprio alle proprietà che accettano. Il rifiuto dell’indennità comporta la nomina, su richiesta di parte, ex art. 21, comma 2, del DPR 327 /2001 e s.m.i., del collegio arbitrale; qualora il proprietario non abbia dato la tempestiva comunicazione prevista dall’art. 21, comma 2, si provvede all’inoltro d’ufficio alla competente Commissione Provinciale Espropri per la determinazione dell’indennità;
  • a seguito frazionamento delle aree si provvede al saldo dell’indennità e quindi all’emissione del decreto di pronuncia del trasferimento coatto degli immobili (decreto di esproprio).

ADEMPIMENTI
La procedura viene avviata a seguito di istanza in bollo presentata alla Provincia di Monza e della Brianza - Settore Territorio e Ambiente - Via Grigna, 13 - 20900 Monza (protocollo-mb@pec.provincia.mb.it).

La domanda alla Commissione Provinciale Espropri dovrà essere corredata, indicativamente, dalla documentazione indicata QUI

TEMPI
ai sensi della L. 241/90 e DPR 327/2001

  • 120 giorni tra la presentazione dell’istanza di esproprio e l’avvio della procedura di acquisizione delle aree per singola ditta
  • 60 giorni tra la presentazione del frazionamento e l’emissione del decreto definitivo di esproprio, inclusa relativa registrazione, trascrizione e volturazione
  • 90 giorni tra la presentazione dell’istanza da parte del ricorrente e la trasmissione dell’atto deliberativo della Commissione Provinciale Espropri

ONERI ISTRUTTORI E SPESE PER LE ATTIVITA' AUTORIZZATORIE
A partire dal 01/01/2024, ai sensi e per gli effetti del DDP 149 del 28/09/2023, saranno in vigore gli oneri istruttori e le spese per le attività autorizzatorie, come riportato di seguito:

spese di istruttoria, per ciascuna particella catastale, per determinazione valori di indennità assunti dalla Commissione provinciale espropri: tariffa base per particella catastale    
fino a 5 (cinque) particelle € 100,00
dalla sesta particella € 80,00 coefficiente valore massimo aggiuntivo
Oltre a riparametrazione secondo i seguenti 3 fattori
fattore 1: completezza da 0 a 1  
documentazione fornita completa € 100,00 0 0
  € 100,00 1 € 100,00
fattore 2: complessità da 0 a 2  
destinazione urbanistica univoca; assenza di edifici, costruzioni, fabbricati e vincoli; assenza di sopralluoghi € 1.000,00 0 € 0,00
destinazione urbanistica diverse ma omogenee, assenza di edifici, costruzioni, fabbricati e vincoli; necessità di trasferte e sopralluoghi. € 1.000,00 1 € 1.000,00
destinazioni urbanistiche diverse; pluralità di colture; presenza di edifici, costruzioni, fabbricati e vincoli; necessità di trasferte, audizioni e sopralluoghi. € 1.000,00 2 € 2.000,00
fattore 3: valore economico da valutare a consuntivo
   
sommatoria dei valori come di seguito determinati Fino a Euro
coefficiente % max
  150.000,00
0,20% € 300,00
  500.000,00 0,19% € 665,00
  1.000.000,00 0,18% € 900,00
  2.000.000,00 0,17% € 1.700,00
  3.500.000,00 0,16% € 2.400,00
  5.000.000,00 0,15% € 2.250,00
  e oltre
0,10%  
Al termine dell'attività estimativa da parte della CPE sarà stabilito un importo a saldo a copertura anche delle spese straordinarie resesi necessarie per la valutazione in esame anche com il coinvolgimento di soggetti terzi.

 
emanazione finale del provvedimento di cui all’art. 52-quater, comma 1, del D.P.R. 8/6/2001 n. 327, relativo ad infrastrutture lineari energetiche non facenti parte delle reti energetiche nazionali:

oneri
Esame documentazione amministrativa e tecnica, predisposizione atti, Conferenza di Servizi, adempimenti finali e predisposizione dell’atto autorizzativo*

€ 2.000,00
* i costi inerenti le pubblicazioni, notifiche e comunicazioni previste dalle vigenti leggi in materia, prodromiche e obbligatorie alla definizione dei procedimenti in questione, sono a carico del soggetto richiedente

Commissione Provinciale Espropri

Via Grigna 13
Tel. 039.975.2250
PEC
Email
torna all'inizio del contenuto